Recensione Degrado The Walking Dead 6×15

Rieccoci con il nostro appuntamento settimanale della recensione degrado!

Buona lettura!

6x15

The Walking Dead è una di quelle Serie TV che batte record su record. Qual è il record battuto oggi? Semplice: l’intro più breve della storia!

Dopo aver fatto le valigie, zia Carol ha deciso di andarsene da Alexandria. Il motivo? Non è più in grado di uccidere per salvare chi ama. Quindi se ne va, mentre Kooorl guarda Lucille incisa sull’impugnatura di una pistola, Glenn insapona il sedere di Maggie Rick gira uno spot della Mentadent con Miciona.

Ma zia Carol non è l’unica ad andare via. Daryl, ancora incazzato perché Dwight ha usato la sua balestra ucciso Denise, salta in groppa alla sua moto e va a cercarlo. Miciona, Glenn e Rosita lo inseguono senza far spazio al povero “culo lentigginoso” di Abraham.

Rick, informato da Zio Tobia della fuga di zia Carol, esce a cercarla insieme a Morganello. 

Intanto, zia Carol incontra un gruppo di Salvatori. Come di routine, attiva la modalità ritardata e inizia a tremare per far loro pena. Fortunatamente per noi, questi cinque non durano 40 minuti come le tizie di qualche puntata fa, infatti zia Carol li fa fuori con un mitra nascosto nel cappotto. Robocop chi?

untitled2

Un Salvatore, però, è sopravvissuto nonostante un colpo alla schiena, e insegue a piedi Rick e Morganello, arrivati poco dopo sul posto, diretti verso il fienile di Hershel con dentro Sophia.

Nel frattempo, Miciona, Glenn e Rosita trovano Daryl. Dato che i primi due non hanno assistito alla morte di Denise, la Gallina di Banderas e l’anti-doccia decidono di rifarla, così per ridere.

untitled

Dato che la scenetta non è stato un grandissimo successo, il gruppo si divide. Rosita e Daryl vanno a cercare Dwight per girarla meglio, Miciona e Glenn tornano a casa per scrivere una recensione negativa. Ma sfiga vuole che proprio loro due incontrano Dwight, che, senza balestra, ci mostra come NON impugnare una pistola. Seriamente, non si tiene così.

Intanto, Rick e Morganello trovano il fienile, ma all’interno non c’è Sophia. Bensì un uomo non meglio identificato che fatica a uccidere la minaccia meno pericolosa dell’universo di The Walking Dead: gli zombie. Ovviamente Rick vuole ammazzarlo perché respira la sua stessa aria, mentre Morganello lo spinge via facendogli perdere la mira. I due allora iniziano a discutere come due bambini:

untitled3

Dopo essere stato umiliato da Morganello, Rick torna ad Alexandria, dove Abraham gli regala la risata settimAnale dicendogli di essere pronto ad aprire un buco nel culo del mondo. Poesia pura!

mar 28, 2016 11:55

Altre grasse risate ce le strappa Enid. Volendo imitare senza successo Jessie, taglia i capelli di Maggie, facendola sembrare un maschietto. Molto bello, per carità, ma pur sempre un maschietto.

La puntata, però, si conclude senza risate. Daryl e Rosita hanno seguito Glenn e Miciona, tenuti prigionieri dal gruppo di Dwight. Dwight che sbuca alle spalle di Daryl e spara alla bottiglietta di Ketchup Heinz che aveva in mano, rovinandogli il picnic.

Schermata 2016-03-28 alle 11.58.46

Speriamo abbiano almeno un po’ di salsa barbecue!

Per chi di voi volesse sapere di più sul destino funesto di Daryl, clicchi [SPOILER] QUI [SPOILER].

Chi invece vuole lasciare un commento alla recensione, può farlo QUI.

Rispondi