Recensione Degrado The Walking Dead 7×05

Dopo la puntata di lunedì scorso, con Negan e i suoi che hanno razziato Alexandria, anche a me è venuta voglia di allontanarmi dalla “zona sicura-che-tanto-sicura-non-è” per andare a respirare l’odore del letame di One Tree Hilltop.

6359946013918909921226265833_one-tree-hill-begining

Ed è proprio qui che inizia l’episodio di oggi, con Maggie che si sveglia dal coma e scopre che è scoppiata l’apocalisse zombie. Ah, no, un attimo, i fiori non sono secchi e lei non era in coma. Ma chissenefotte, tanto l’80% di voi l’episodio lo guarda come se avesse i due occhi destri di Kooorl (ogni riferimento a persone che abbiano creduto che Maggie fosse morta è assolutamente voluto e non casuale).

Ad ogni modo, lei sta bene (insomma), il bambino sta bene, Sasha sta bene e anche Gesù sta bene, dopo che è risorto dalla stagione scorsa. È una battuta, ovviamente, non era morto. Coooooooomunque, le tombe scavate da Padre Gaybriel ad Alexandria erano tutte finte, non solo quella di Maggie, perché Abramo e Glenn (o Gleen, come vi piace tanto scriverlo) sono stati seppelliti ad Hilltop. Maggie mette l’orologio di suo padre sulla tomba di Glenn, Sasha farebbe lo stesso ma in tasca Abraham aveva soltanto un sigaro, 8 centesimi, la carta di una caramella, il preservativo delle grandi occasioni e uno scontrino del Carrefour accartocciato, quindi non era il caso.

collage2

Oltre alla riesumazione di Gesù, torna anche un personaggio molto amato delle mie recensioni degrado: Gregorio Fregancazzo, il quale non ha perso dalla scorsa stagione la sua indole nel dimenticare i nomi della gente. Che poi ditemi voi quanti nomi ricordate dopo aver stretto la mano a qualcuno. Nessuno? Bene, procediamo.

Intanto nella Zona Sicura-Che-Tanto-Sicura-Non-È di Alexandria d’Egitto, Kooorl gioca a freccette come se non fosse successo nulla. Peccato che non è il suo sport, un po’ come il calcio non è lo sport di Thiago Motta.

collage

Rimaniamo giusto due minuti, perché Rick e Aaron vanno via, Miciona scappa via e Kooorl vede Enid sgattaiolare via. I primi vanno in cerca di provviste, la seconda non si sa e Enid vuole andare ad Hilltop. In bici.

Kooorl la segue in macchina perché tira più un pelo di figa che un carro di buoi. E di una macchina. Che distrugge per uccidere uno zombie. Ma tanto si sa, durante l’apocalisse tutto può accadere. Anche trovare due paia di pattini a rotelle della vostra stessa misura. Credibile.

Ad Hilltop, intanto, Gregorio Fregancazzo vuole che “TiziaNera CheMiPareVivaQua” e “Marcia-Marsha-Megan-Martha-Molly–Mina” detta Maggie se ne vadano. Ma sono già le 10 di mattina e presto farà buio, quindi rimanda la partenza a domani.

Nella notte, però, il peggior incubo di vostra moglie il giorno che si parte per le ferie (ovvero, “hai chiuso il gas? e la porta?) diventa realtà: il cancello di Hilltop è aperto, e c’è fuoco ovunque. Alcune porte, però, sono chiuse: quelle delle roulotte. Gli zombie entrano e nessuno può farci nulla. Tranne Sushina, che scappa dal tetto e fa quel che può col suo coltello da Rambo, Gesù, che dimostra la sua abilità nelle arti marziali e Maggie che dirige i lavori dal tetto della roulotte. Ma la situazione è peggio di quanto sembri: c’è la macchina blindata di Mr. Bean la cui autoradio suona a palla canzoni neomelodiche napoletane. Ma proprio quando le cose non potevano andar peggio, ci si doveva mettere pure coso, là… Rocazzi, Rovazzi, come si chiama?

meme-2016-11-21-at-04-05-59-pm

Ah, no, non è Rovazzi. È Maggie Salvini che vuole mantenere la memoria di quel leghista di Glenn scacciando gli zombie abusivi con la ruspa.

Tutto è bene quel che finisc… oh, che palle, ma i guai non finiscono mai?

Ecco che Trevor di GTA V suona la carica invadendo casa di Gregorio Fregancazzo. Maggie e Sasha fanno finta di nascondersi nel ripostiglio dello Scotch e Gregorio, a cui davvero Fregancazzo, le “vende” ai Salvatori. Ma ovviamente, aperta la porta, non trovano nulla se non Scotch. Il liquore, non il nastro adesivo.

Intanto Enid e Kooorl arrivano ad Hilltop ma il Guercio non voleva accompagnare la fidanzata dalla mamma adottiva: voleva solo un pretesto per infilarsi in un camion e andare al Santuario per farla pagare a NegaHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHn. Contaci!

Ma visto che per motivi di crescita spropositata dell’attore è improbabile che replichino esattamente i fatti del fumetto, ecco che Jesus zompa sul camion in corsa facendo compagnia al figlio di Rich. No, non ho scritto male, Gregorio pensa davvero che sia il nome di Rick.

Enid invece va a rendere omaggio al suo papà adottivo morto, portandogli dei palloncini color Lega Nord.

Ma Sasha, che è infame come Scar de Il Re Leone, distrugge i suoi sogni di gloria dicendole che li ha messi sulla tomba di Abraham. ‘A stronza!

MOMENTI MEMORABILI:

  • Interracial kiss tra Rick e le labbra-canotto di Miciona.
  • Primo bacio tra Kooorl e Ìnid. Finalmente una gioia per il guercio?
  • I nomignoli di Gregorio Fregancazzo sono più simpatici di quelli che do io ai personaggi.
  • Maggie e Sasha hanno il loro Gesù personale. Figata!
  • Finalmente tornano gli zombie, uno show che si chiama “I Morti che Camminano” senza morti che camminano inizia a stufare.
  • I capelli di Kooorl sono più lunghi della puntata di Morgan ed Eastman. Jessie, resuscita please.

Come al solito, se la recensione è stata tanto bella quanto la puntata è stata riempitiva, fatemelo sapere QUI!

Rispondi