Recensione Degrado The Walking Dead 8×05

Recensione Degrado The Walking Dead 8×05

The Walking Dead ITA presenta l’unica ed inimitabile Recensione Degrado dell’episodio 8×05

Quello che vedete nella foto qui sopra non è uno spot pubblicitario del Kinder Sorpresa né un nuovo prodotto dolciario al cioccolato fondente parlante, bensì è quello sfigato di Padre Gaybriel che prega affinché Negan non lo sodomizzi con Lucille. Che togliesse almeno il filo spinato! Perché no, questa puntata speciale da 51 minuti e 25 secondi (quindi piantatela di scartavetrarmi lo scroto con i vostri piagnistei “eh ma dura sempre meno te uolchin ded merdaaaa”) non è dedicata interamente a Gregorio Fregancazzo… solo in parte! Quanto basta a renderla una puntata bellissima piena di azione e messaggi di amore e speranza.

Svegliato dal suo bel sogno erotico del quale non gliene frega un cazzo, il nostro eroe Gregorio Fregancazzo fa un’abbondante e gustosa colazione insieme al suo migliore amico del cazzo: Trevor di GTA V. Avendolo però visto l’ultima volta ad Hilltop, non ci va un genio per capire che la macchina rubata a padre Gaybriel era una DeLorean DMC-12 che ha usato per tornare indietro nel tempo e sbattersene il cazzo una seconda volta.

Ma Fregancazzo Grosso mangia Fregancazzo Piccolo… Perché chiamare Maggie Martha è una cosa, chiamare Ezekiel Re Facciadiculo è tutta un’altra storia. Spiace, Gregory, sei stato appena detronizzato.

Purtroppo nessuno può battere Negan, specialmente dal momento in cui è rinchiuso con Padre Gaybriel dentro un prefabbricato circondato da centinaia di vaganti affamati e non gliene frega una benamata minchia.

Anzi, lo atterra con una Clothsline from Hell e lo sfotte per creare la giusta atmosfera.

In realtà si era solo segato dov’era seduto Padre Gaybriel.


Nel frattempo, Rick e Daryl sono ancora lì a recuperare le armi. Il problema è che iniziano a picchiarsi a sangue per decidere chi ha i capelli più unti. Ecco le immagini della lotta che, vi avverto, potrebbero turbare i più deboli di cuore.

Peccato che Daryl sganci un peto radioattivo sul serbatoio del pick-up facendolo saltare in aria e facendo volare i due piccioncini lontano lontano.


Tornando al Santuario, invece, Dwight ed Eugene sono in ansia perché si è scoperta la presenza di una talpa all’interno dei Salvatori. 

Eugene, utile come Ventura sulla panchina della Nazionale, va ad ingraziarsi Dwight Due Facce regalandogli un barattolone di cetrioloni sott’acetone.


Tornando alla storia principale, scopriamo un po’ del passato di Negan. Era un bugiardo, un maiale, ha messo così tante corna alla moglie da farla diventare un cervo in CGI, molestava i ragazzini e si segava sugli zombie. Ma aveva anche dei difetti.

Ma dopo 4 Ave Marie e 5 Padre Nostro, Padre Gaybriel lo redime dai suoi peccati, per poi tentare di sparargli alle spalle mancando incredibilmente il bersaglio. Però riesce a colpire una zanzara nel buco del culo sparandole da 916 km di distanza.

Negan, che in fondo è un uomo buono, si mette una mano nella coscienza, una nelle mutande e – dopo essersi annusato il sottopalla – se ne esce con una brillante idea: ricoprirsi del proprio sudore scrotale per confondere i vaganti e puzzare più di loro.

Usciti dall’antro anale dov’erano nascosti, Padre Gaybriel e Negan – che ormai sono migliori amici – si dànno una mano a vicenda e la sfangano arrivando giusto in tempo al Santuario per evitare la rivolta degli schiavi. Ma tutta questa stanchezza costringe Negan farsi preparare un Kebab completo e a prenotare un percorso spa di coppia con massaggio privato, idromassaggio, cascata a lama d’acqua, sauna, bagno turco e pompino in omaggio.

Lui che indossa una giacca di pelle,

ha Lucille

e le sue palle sono fatte d’acciaio.

 

 

AMEN


Ah, sì, dopo il cat-fight con Daryl, Rick vede un elicottero. Ma di questo, a Gregorio, Fregancazzo.


Ah, Padre Gabriel è febbricitante, forse è stato morso. Ma di questo, a nessuno, Fregancazzo.

Precedente The Walking Dead Episodi 8x02/03/04 vs. il Fumetto Successivo Recensione Degrado The Walking Dead 8×06

Rispondi