Recensione Degrado The Walking Dead 9×05

Recensione Degrado The Walking Dead 9×05

The Walking Dead ITA presenta l’unica e inimitabile Recensione Degrado dell’episodio 9×05 dal titolo “SVEGLIATI”.

Nella recensione precedente…

Non pensavo sarebbe mai arrivato questo giorno. E invece eccolo qui. Non ho idea di cosa fare, di cosa scrivere, di quali battute stupide partorire per strapparvi un sorriso. Proprio oggi, in cui non c’è niente da ridere. E va beh, che devo dirvi. Cominciamo. Scusate, ma nella puntata di oggi Negan era un po’ giù di morale, quindi gli ho fatto leggere la Recensione Degrado in anteprima.

La struttura fisica dell’uomo non è in grado di sopportare il dolore di un tondino per cemento armato arrugginito conficcato nel proprio fianco, con tutto il sangue che ne fuoriesce. Ma Rick Grimes non lo sa, si slaccia la cintura, si sbottona i pantaloni, afferra il pisello e a mo’ di lazo lo usa per liberarsi dalla mortale situazione in cui lo avevamo lasciato lunedì scorso. Intanto Ernesta L’orda di Destra ed Evarista L’orda di Sinistra convergono per formare Badula, l’orda che t’incula. Speriamo che il nostro vice sceriffo preferito abbia indossato le mutande di latta!

Montato a cavallo, Rick è smontato come un mobile Ikea. Esangue, esanime ed esasperato, decide di passare gli ultimi istanti della sua vita come si deve. Tira fuori dalle mutande (che ricordiamo non essersi mai cambiato in 9 stagioni) l’ultima dose di Blue Meth e inizia il suo ultimo trip. Un viaggio mentale attraverso tutte le stagioni per trovare la sua famiglia!

Stagione 1: Shiuein

Il trip di Rick, che possiamo tranquillamente definire Trick (o Rip?), inizia dove tutto era cominciato. A mangiare kebab e patatine fritte con l’olio motore insieme a Shane. Qui ricordano i bei tempi andati, quando i treni arrivavano in orario e io non avevo ancora finito il tiramisù.

Tenero Shane, non cambia mai. Peccato che Judith non abbia né il suo naso né le sue orecchie, altrimenti sarebbe stata perfetta per il live action di Dumbo. Dai, Rick, SVEGLIATI che devo andare a giocare a Red Dead Redemption 2!

Stagione 2: Hershel

Dopo aver sfanculato Shane e sé stesso, Rick lascia la prima stagione per catapultarsi direttamente alla fattoria di Hershel. Ma neanche qui sembra avere fortuna e, della sua famiglia, nemmeno l’ombra.

Il tatto, Rick. Il tatto. Va beh, niente famiglia, passiamo oltre! SVEGLIATI!

Stagione 3: Sushina

Di nuovo ad Atlanta, di nuovo all’ospedale. Di nuovo Don’t Dead Open Ins… ah, no.

Direte voi “ma cosa c’entra con la terza stagione?” Eh, signori miei, c’è Sasha! Già, un mare di morti e chi spunta? Sasha. SASHA. Perché Sasha? Già, perché Sasha? Il Governatore, Tyreese, ce n’erano di morti da riesumare dalla terza stagione. Sasha.

Sasha. Va beh, abbiamo capito, Rick, la tua famiglia non è qui. SVEGLIATI!

Stagioni 4-5-6-7-8

Un tizio su Facebook dice che The Walking Dead era bello solo le prime stagioni, quindi queste le saltiamo. SVEGLIATI!

Spin-Off: no, non Fear The Walking Dead, Maggie e Negan.

Dopo un mese, Maggie è finalmente giunta ad Alexandria. Il marito di Sasha (sì è lui) avverte Miciona e inizia un duro scon… no, niente del genere, Miciona si scansa come il Sassuolo contro la Juventus e le dà le chiavi della cella.

In effetti, senza Rick… Ma come si fa? COME SI FA? SVEGLIA!

Sondaggio: Jeffrey Dean Morgan è sicuramente in vacanza. La controfigura che interpreta Negan è Padre Pio o Saddam Hussein?

Stagione 9: Crossover (the bridge)

Rick si è svegliato. Il problema è che quella cima di Bruno, il Cavallo Bianco di Napoleone, l’ha rickportato all’accampamento, con tutti i vaganti al seguito. E mentre lui se ne accorge e inizia a bestemmiare il calendario partendo dal primo gennaio, la voce si sparge fino ad Alexandria.

E proprio quando Rick, vicino al ponte che hanno iniziato a costruire ben 5 episodi fa, sembra non farcela più, ecco la cavalleria! Daryl, Maggie, Miciona, Zia Carol, Tom&Jerry, Gesù, Eugenio, Re Ezekoso, ci sono tutti! Rick è salvo!

Già. Come direbbe Crudeli dopo un gol di una neopromossa al Milan:SVEGLIA! SVEGLIA! SVEGLIA!

Niente da fare ragazzi. È finita. Neanche il ponte costruito da Eugene con gli stecchi dei ghiaccioli ha intenzione di crollare. È finita davvero.

E FATEMI MORIRE IN PACE!

A quanto pare sono arrivati davvero, stavolta. Ma loro sono in quattro contro L’Orda Badula. Non hanno scampo, né gamberetto né aragosta. E questo, Rick, lo sa. Per questo mette la parola fine a tutto quanto.

Boom. D’altronde, chi non lascerebbe incustodita della dinamite su un ponte instabile appena costruito?

Boom.

Clap.

The sound of my heart, the beat goes on and on and on and on and

BOOM!

Addio Rick. Va’ e insegna agli angeli che… beh, oddio, dopo aver ucciso in svariati modi centinaia di persone, non sono sicuro che vada in cielo…

Niente, non muore neanche per sbaglio! Il mio sogno di vedere scoppiare l’amore tra Rick e Letizia Immondizia continua senza intoppi.

Tutto è bene quel che finisce bene.

Ora, mi raccomando, andate a fare pipì perché facciamo un salto temporale di SEI anni. Non uno, non due, non tre, non quattro, non cinque, non sette bensì sei anni. Sei. Come le stagioni di Lost.

SEI ANNI DOPO...

Anche a lei recensione degrado in anteprima, allora.

Cosa ne pensate? Della recensione, ovviamente, sulla puntata non potete permettervi di dire nulla. Fatemelo sapere Adesso!

Precedente Recensione Degrado The Walking Dead 9x04 Successivo Recensione Degrado The Walking Dead 9×06

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.